• Conversano
Ricerche storiche su Conversano e dintorni III
vuoto
Recensito per "Scaffale" da Francesco Saverio Iatta
  
III Età moderna e contemporanea
(secc. XVII - XIX)

                   UN VOLUME DI DIVULGAZIONE STORICA SU CONVERSANO
        Le "Ricerche storiche su Conversano e dintorni. Età contemporanea (sec. XVII-XIX)" di Vito L'Abbate

Gettate alle ortiche la "Storia di Conversano" del canonico Bolognini (vedi: G. Bolognini, "Storia di Conversano dai tempi remoti al 1865, corredata di documenti e tavole genealogiche", Canfora, Bari 1935). L'esortazione (che condividiamo senza alcuna riserva) non è nostra. E' del professor Vito L'Abbate che nella "Introduzione" delle sue recentissime "Ricerche storiche su Conversano" ci rammenta che la storia di un'intera comunità non si può tout court, risolvere, piuttosto sbrigativamente, nel consegnare il solo puntiglioso elenco dei protagonisti di una processione di cariatidi: come per l'appunto quasi sempre avviene nella "Storia di Conversano" di Giuseppe Bolognini. Questo perchè lo storico delle vicende di una città non si può limitare ad appuntare la propria attenzione narrativa solo sull'operato dei conti e dei vescovi che ne hanno retto le sorti laiche o religiose. Quanto, invece, una comunità per imporsi sulle altre dovette, gioco forza, valersi dell'apporto -concreto e continuo- delle competenze specifiche di una miriade di professionisti e quindi di professioni e, per ciò, di una altrettanto folta schiera di uomini che pur risultano essere stati degli indispensabili comprimari di chi ha guidato le sorti di una comunità. Perchè la rievocazione storica che si limita ad offrire un elenco di vescovi e feudatari rischia di confondersi con una grottesca parata in cui giganteggiano solo alcuni protagonisti. Ma poi, malauguratamente, fa scomparire, inopinatamente, i loro numerosissimi comprimari: quasi che questi ultimi non siano mai esistiti e che poi non abbiano neppure avuto alcun peso nel dar vita ai monumenti e ai manufatti che pur tuttavia sono, ancor oggi, sotto gli occhi di tutti. Il professor Vito L'Abbate, però, non sì è limitato ad offrire solo un consiglio apodittico, lo ha fatto precedere da un piccolo, quanto significativo evento culturale. Ha, per l'appunto e finalmente, reso disponibile il terzo volume delle sue "Ricerche storiche su Conversano e dintorni. Età contemporanea (sec. XVII-XIX)" (Tipografia Pineta, Conversano 2005, p. 190). Sicchè, ora, la nostra comunità può felicemente battezzare la nascita di un baedeker storico che lo può guidare tra le mille vicende in cui è stata coinvolta Conversano. Con questa sua pubblicazione il professor L'Abbate tiene fede (nonostante i tanti impegni che ancor oggi assolve per mera passione civile) ad una promessa - essenzialmente morale - presa, nel lontano 1987, con il mondo della scuola: quando promise di fornire a tutti i docenti della nostra comunità un'attendibile, quanto sintetica 'guida storica' dedicata in modo precipuo alla scoperta e alla conoscenza della nostra città e del suo territorio. Quell'oramai lontano impegno è stato ora assolto e al lettore delle "Ricerche", ora, si parano innanzi non dei fantasmi quanto degli uomini in carne ed ossa. Per ciò, poi pure le ragioni delle loro fatiche. E come quindi queste hanno poi dato forma alle loro più significative aspirazioni. Accanto ai promotori di questi risultati si avrà poi pure anche modo di cogliere alcuni nodi storici del nostro passato. Questi sono stati alla radice della nostra passata fortuna (sociale, economica e culturale) ed ora possono divenire le fondamenta su cui costruire la fortuna prossima della nostra comunità. Sono, però, dati di fatto ai quali non ci si deve riferire in modo nostalgico. Perchè chi ha un illustre passato poi può avere un futuro solo se questo è quindi realisticamente costruito; se lo utilizza, per l'appunto, come una valida base di lancio. Infatti non si tratta di conservare il passato. Ma di realizzarne le speranze. Non per nulla lo si studia per prevedere il proprio futuro: tenendo presente - altresì - che la carrozza a cavalli del passato non porta lontano. Se appena si compulsa il volume, questo si fa subito apprezzare per la notevole, sapiente capacità divulgativa che vi è disseminata. Singolare qualità che risalta poi in ogni capitolo in ogni scheda o nota esplicativa ch'è posta in calce a tutti i paragrafi: per delucidarne i più complicati viluppi e/o sviluppi storici. Un dato che permette - anche al meno provveduto dei lettori- di avere a disposizione una serie doviziosa d'informazioni che offrono, nello stesso tempo, una corretta panoramica delle vicende cittadine quanto una loro accattivante, piana narrazione. Più di un cenno, per ciò, merita pure l'insieme degli inserti di cui è stato dotato il volume. E che vi sono stati aggiunti per facilitarne la generale comprensione. Infatti particolarmente felici e quindi utili si rivelano le numerose quanto informatissime 'schede' (ve ne sono in totale ben 18) poste quasi a suggello dei più impegnativi capitoli. Anche perchè queste non si limitano poi solo ad integrare nodi storici significativi o quindi dati ed eventi cui pur prima si è accennato. Infatti ne riprendono in parte la materia per offrire, per l'appunto, specifiche puntualizzazioni che, per ciò, fanno cogliere il valore peculiare che hanno le singole iniziative culturali, sociali, istituzionali o economico-sociali che hanno poi distinto, in modo davvero caratterizzante, eventi o singoli contesti storici: prima appena accennati. Alla fine di ogni capitolo sono poi aggiunge sintetiche quanto essenziali indicazioni bibliografiche che permettono di approfondire il tema prima delineato. A questi ausili, eminentemente verbali, sono poi stati aggiunti quei sussidi iconografici tesi ad illustrare ogni pagina del volume. Infatti, numerosissime sono le riproduzioni - in bianco e nero - che strategicamente disposte nel corpo di ogni pagina, letteralmente la illuminano. Queste riproduzioni succedendosi - come in una ideale galleria municipale - non si limitano ad illustrarla in modo estrinseco. Ma divengono un'ulteriore notazione esplicativa: però -questa volta- affidata ad una significativa riproduzione. Al termine del volume è stato poi collocato un utilissimo 'Glossario', a testimoniare, ulteriormente, il carattere prettamente divulgativo del contributo. Ci permettiamo, infine, di segnalare alcune mende che non pregiudicano certo la validità complessiva di quella che a buona ragione si deve considerare una vera e propria impresa divulgativo-culturale che poi, per giunta, colma una imperdonabile, grave lacuna. Ma che - pur tuttavia - sono lievi difetti che unicamente non permettono un'agevolissima consultazione del volume. Ci riferiamo, anzi tutto, al formato anche di questo terzo volume delle "Ricerche storiche" che non è dei più funzionali. E', infatti, di grande formato. E, quindi, non si presta ad una comoda lettura. Resta poi il rammarico che anche questo volume sia privo di una serie di indici: prima delle località, poi dei nomi citati nel corpo del testo e delle bibliografie e quindi, infine, di un indice delle stesse numerosissime illustrazioni. Questi sono un insieme di apparati paratestuali che - a nostro avviso - avrebbero, ovviamente, facilitato, in modo davvero singolare, la consultazione di un volume che cita, quasi in ogni suo rigo, vicende, nomi, monumenti, strade e contrade della nostra comunità che, per ciò, sarebbe stato facile rinvenire sol che questi fossero stati, distintamente, elencati in altrettanti appositi indici. Non è forse un vero peccato che manchi un elenco, ragionato, delle illustrazioni? Proprio perchè queste riproducono i ritratti di personaggi, noti o meno noti; rievocano, visivamente, avvenimenti e quindi eventi: celebri o meno celebrati; e, quindi, offrono una tangibile testimonianza di tanti luoghi - ora divenuti quasi leggendari - di cui si aveva solo un vago quanto tenue ricordo? E che ora, forse anche per la prima volta, divengono patrimonio comune della nostra comunità?


 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

vuoto   Go
Scheda bibliografica
vuoto
Autore Vito L'Abbate
Titolo Ricerche storiche su Conversano e dintorni III
Editore Società di Storia Patria per la Puglia - Sezione di Conversano
Tipografia Pineta snc - Conversano (Ba)
Prezzo € S.P.I.
data pub. settembre 2005
In vendita presso:
Coop. Armida Conversano 
Telefono: +39 080 4959510
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
vuoto

Documento senza titolo

Archivio Diocesano 

Archivio Diocesano
di Conversano

 

coop. armida 

Book Shop

Comune di Noicattaro 

Comune di
Noicattaro

 

Comune di Conversano 

Comune di
Conversano

Editrice AGA

  Editrice AGA

 

Mappa del sito

                  Site Map

 

 

 

Mostra posizione

nbsp;