• Conversano

Inseguire un fantasma

vuoto

Recensione di Antonio V. Gelormini

    
Inseguire un fantasma
Thriller famigliare tra quadri trafugati e cortine di ferro

Secondo libro edito per Natale Cassano, giornalista barese, all'insegna di controversi rapporti familiari, opere d'arte trafugate e recupero d'identità perdute.

C’è un tema che da qualche tempo è come se offrisse spunti narrativi senza limiti ai cosiddetti autori “in giallo”: quello dell’occultamento di tesori e del trafugamento di opere d’arte nel corso dei conflitti bellici, in particolare, durante la Seconda Guerra Mondiale.

Il libro di Natale Cassano, giornalista professionista - collaboratore di ‘la Repubblica’ e Bari Today - alla sua seconda pubblicazione. Un rapporto controverso ed estremamente conflittuale tra un padre e due figli gemelli, Giovanni e Clara, segnato dall’assenza enigmatica di una madre, lontana nei ricordi e quasi sconosciuta, raccontata e descritta come vittima di tossicodipendenza.

In realtà, una cortina ‘protettiva’ - per certi aspetti simile a quella che la Guerra Fredda aveva eretto nel cuore dell’Europa, a Berlino - che i due coniugi sono costretti a dispiegare attorno al frutto del loro amore ‘senza confini’. Il sacrificio ‘binario’, con una mission postuma: riappropriarsi della propria identità, provando a dare un taglio a una fuga senza fine e alla maledetta angoscia di chi si sente continuamente ‘braccato’.

Una storia che incrocia quella del Gruppo Gehlen, un nucleo di controspionaggio nato durante la Seconda Guerra Mondiale su impulso del disertore tedesco Reinhard Gehlen: il generale a capo dell'intelligence militare tedesca che operava sul fronte russo. In pratica, un commando di sovversivi, che vide tra le sue fila anche diversi ex partigiani italiani, che Gehlen portò ad allearsi con gli americani, per effettuare operazioni di spionaggio antisovietico nel bel mezzo della Guerra Fredda.

Un thriller familiare in cornice spy-story, sapientemente costruito e sviluppato dall’autore - diverso dall’altro romanzo poliziesco a sfondo storico di Gelsi e Rossetti - ma che in comune si ritrova a trattare di trafugamenti e bottini di guerra in qualche maniera ‘intercettati’. Due modi ulteriori di portare a termine un’operazione di salvataggio della “bellezza” in senso lato: sia essa interiore ed intimamente pudica o decisamente ammaliante nei caratteri delle sue infinite espressioni.                       

Antonio V. Gelormini

 

vuoto   Go
Trama
    
Inseguire un fantasma
Thriller famigliare tra quadri trafugati e cortine di ferro

Cosa accadrebbe se all’improvviso tutto quello che credevi di sapere sul tuo passato si rivelasse falso? Se nuovi dettagli su tua madre, che credevi di aver perso per sempre, riaffiorassero in un carteggio risalente alla Seconda guerra mondiale, svelandoti una nuova verità da ricostruire? Ѐ quello che accade a Giovanni Corsetti, pubblicitario barese trasferitosi a Milano per lavoro, quando torna in città per assistere al funerale dell’odiato padre. Scoprendo una traccia che cambierà per sempre la sua vita e quella di sua sorella Clara. Sullo sfondo, una misteriosa collezione di quadri in eredità, al centro di un intrigo criminale del passato. Che rischia di riaffiorare con tutta la sua forza distruttiva.
Un libro che cattura l’attenzione sin dalla prima pagina, con una trama originale e coerente che suscita emozioni contrastanti e che fa stare il lettore perennemente in una sottile tensione.
Giovanni Corsetti è costretto a tornare nel paese della sua infanzia per assistere al funerale del padre con il quale non aveva un buon rapporto.
Alla lettura del testamento rimane sorpreso dal lascito del padre, un’eredità che gli darà modo di seguire le tracce della madre mai conosciuta. La sua vita e quella della sorella Clara verrà sconvolta per sempre.
Il protagonista Giovanni è ben strutturato, sia psicologicamente che caratterialmente, così come la sorella Clara. Sono ambedue credibili e tridimensionali, il loro rapporto cambia a seconda della trama e degli eventi che via via accadono.
Lo stile è scorrevole, pulito e netto, coerente con il racconto e con la psicologia dei personaggi. I dialoghi sono reali, così come le descrizioni che sono ben bilanciate e l’ambientazione risulta “visibile” e interessante, fa da perfetta cornice al racconto.
Finale a sorpresa, che lascia l’amaro in bocca.
Un romanzo che mi è piaciuto molto, che mi ha coinvolta emotivamente, che mi ha fatto commuovere e che mi ha fatto riflettere sui casi della vita, su come certe volte ciò che sembra non è la realtà.
Consigliato agli amanti delle storie reali e dei thriller

 

Tratto da ilcoloredeilibri

 

vuoto   Go
Scheda bibliografica
vuoto
Autore Natale Cassano
Titolo

Inseguire un fantasma

Editore Eretica
Prezzo € 15.00
data pub.  14 Giugno 2018
In vendita presso: Amazon
vuoto

Documento senza titolo

Archivio Diocesano 

Archivio Diocesano
di Conversano

 

coop. armida 

Book Shop

Comune di Noicattaro 

Comune di
Noicattaro

 

Comune di Conversano 

Comune di
Conversano

Editrice AGA

  Editrice AGA

 

Informazioni di contatto 

   

           Per ulteriori informazioni registrati  

               www.facebook.com/scaffaleweb

  


 

Mostra posizione

width="900" height="300"